giovedì 13 gennaio 2011

(Ri)lanciamo la Coppa Italia. Dalla finestra, magari..

Ieri sera, a San Siro.
Inter-Genoa: ottavi di finale di Coppa Italia con suggestiva rievocazione della abruzzese transumanza.
Curva dal secondo al primo verde, spettatori del primo verde al primo arancio.

Si gioca per la Coppa del Patriota (cit.) nel 150 anno dell’Unità d’Italia.

Banda dell’aeronautica per celebrare l’evento, con una stupenda performance “live” sulle note dell’inno di Mameli, che ha rischiato di essere coperta dall’improvvida (?) partenza di “Pazza Inter”, bloccata in tempo per non fare la figura dei giallozozzi.

Prezzi iper-popolari: 10 euro per un primo arancio, ingresso gratis per gli abbonati.
Un’ottima occasione per portare le famiglie allo stadio (cit.).
 
Che infatti era mezzo vuoto.
 
 

In sintesi: l'ennesima occasione perduta.

Passi il fatto di giocare a Milano il 12 gennaio.
Passi anche che la coppa Italia è sempre stata considerata la figlia della schifosa e - mi dicono- non si può pretendere il tutto esaurito: il perchè non l'ho mai capito visto che, per me, coppa Italia, Champions o Campionato pari sono.
Io ci sono. Punto.

Passi tutto, dicevo..
Ma benedetto cielo, cara Lega Calcio, che idea demmerda è giocare una partita, potenzialmente da tempi supplementari, alle ore 21???

Per mia fortuna vivo a Milano, a poco più di mezz'ora di macchina dallo stadio e a mezzanotte ero a casa, nonostante la nebbia avvolgesse via Diomede.
Immagino però i problemi che hanno dovuto affrontare le persone che non sono fortunate come la sottoscritta che, andata a letto dopo mezzanotte, ha potuto comunque alzarsi alle 7 e un quarto del mattino per andare a lavorare.
E tutto perchè, sia lodato Gesù Cristo, l'Inter ha vinto.

E se il Genoa avesse pareggiato al 93'?
Fischio finale, ore 22.51.
Aggiungiamo altri 30 minuti.
Ore 23.30.
Tremo all'idea dei rigori.

Scongiurato il rischio-congelamento sfiorato lo scorso anno col Livorno e giovedì sera con il Napoli grazie al clemente sig.Metèo mi domando, da donna autonoma ed indipendente quale sono: a che ora sarei arrivata a casa?
Ci sarei arrivata viva o avrei trovato sulla mia strada il maniaco del box?
E i non autoctoni?

Signora Lega calcio, capisco che oramai contano solo i tifosi-da-divano ma allora che lo si dica chiaramente.
Di questo passo, altrimenti, vi toccherà mettere i cartonati e pagare i figuranti perchè nessuno prenderà più parte a queste "competizioni minori".
Altra soluzione: perchè non giocare la partita in casa della squadra "minore"? Sicuramente un Genoa-Inter avrebbe attirato un pubblico più numeroso di Inter-Genoa, senza contare che Marassi ha una capienza inferiore a San Siro, con tutto ciò che ne consegue in termini di "buchi".

Ma giocare a San Siro per giocare a San Siro, visto che è giusto privilegiare la "testa di serie", si potrebbe agire con un po' di cervello.

Altro che rilancio!

Qui si rischia davvero di affossare una competizione. E' questo che volete?
Basta dirlo.

Ora, non pretendo certo che si giochi nel pomeriggio. Anzi.
L'affluenza sarebbe ancora minore per ovvi motivi. Però, considerando quanto sopra, iniziare alle 20.00/20.30 non sarebbe stata una pessima idea no?

In fondo, i TG vanno già in onda in forma ridotta.
Per venire incontro alle capacità mentali di Minzolini..