venerdì 24 febbraio 2012

De l'éducation sentimentale et d'autres bagatelles

Sono un po’ in confusione.

Un po’ per mancanza di tempo (a volte mi tocca fingere di lavorare), un po’ perchè stanno succedendo troppe cose.

Di sicuro, un augurio ed un auspicio.


martedì 21 febbraio 2012

Stay tuned

Calma.
Concentrazione.
Non sarà facile.
Per nulla.
Ma abbiamo il dovere di dare il 1000% e provarci.
Fino alla fine.

domenica 12 febbraio 2012

Dell'onanismo masochistico o delle lacrime


Ottimo.
La roba figa l'ho messa nel titolo, quindi mi saranno perdonate eventuali cadute di stile.

Sentivo che sarebbe andata male.
Sveglia la mattina con la casa invasa da esalazioni di ammoniaca.
Dopo aver temuto esplosioni e morte per asfissia ho scoperto che si era bucata la bottiglia che tengo nel sottolavandino e che giace inutilizzata dalla fuga della mia colf.
Risultato: svuotamento del mobile e pulizia con aceto.

Arrivo in garage: telecomando morto e macchina prigioniera con conseguenti manovre sui pulsanti per rianimarlo.

Per ultimo, ATM decide di cambiare i codici della sosta sms.
Risultato: il sistema non riconosce le nuive numerazioni e a me tocca scucire 5,40 EUR anzichè i soliti 3 per parcheggiare.

Ce n'è abbastanza per tornarsene a casa e mettersi a letto con un cappello in testa.

Invece no. Indomita e con la tuta da running pro combat mi reco al Meazza, sfidando il gelo.



E li.. Il dramma!

Da cosa partiamo?
Dalla sintesi perfetta di Mondonico, magari.

"Hanno tentato in tutte le maniere di vincere la gara, hanno finito la partita con quattro punte. È stata una giornata negativa nella quale noi siamo riusciti a concretizzare e loro no. Il calcio è questo. Solo nel calcio succedono queste cose, il più debole vince sul più forte".
Aggiungo un rigore che manca all'appello, unitamente ad un pizzico di fortuna mancata sulla traversa di Wes e sulla girata finale del Pazzo.
Unica nota positiva: sono comunque solo 4 i punti che ci separano dalla salvezza.

Ok, torniamo seri.
Non basta, quanto sopra, a giustificare la sconfitta.
Ovvio che no.
Non in casa.
Non con il novara.

Intermezzo: il prossimo che - prima che l'azione sia concretizzata - dice ancora roba tipo "Si, si dai, eccolo!", "Questo è gol", "Dai Wesley che è tua" e compagnia cantante gli taglio la lingua e gliela ficco in gola.

PORTA SFIGA.
COME VE LO DEVO DIRE?
HO Voglia io a fare riti propiziatori.. Me li vanificate con le vostre boccacce della minchia!

A proposito, en passant, trovo vergognosi i soli 3 minuti di recupero viste le indegne perdite di tempo dei nostri avversari.

Ma non basta nemmeno a giustificare ciò che ho visto e sentito oggi.

Partiamo dalla squadra: cinque centrocampisti e mezzo, quattro centrali.
E qui chiamo in causa la società perchè - se cerchiamo un colpevole - le responsabilità stanno evidentemente - ed in primis - a monte.

Partiamo da un assunto: Ranieri non è Mou.
Lo sappiamo tutti, lo sa lui per primo.
Mou è unico. Ma anche Mou, con QUESTA squadra, soffrirebbe e non poco.
Non pigliamoci per il culo (e per la cronaca, Josè.. Potevi almeno portarcela la Coppa anzichè rimanere a Madrid..): lo dico soprattutto ai Mourinhisti più convinti (o integralisti/fanatici) che, nel 98% dei casi erano quelli che su Josè hanno spalato merda fino al 5 maggio.

Come dicevo, il difetto sta nel manico.
Mi sembra che in società ci sia una confusione totale. A calcio non si gioca coi numeri o coi bilanci.
Non si può pensare di fare una squadra con la partita doppia: si vince coi giocatori.
E sentire draculillo dire che puntiamo solo a dei piazzamenti mi scatena la lebbra.
Noi siamo l'Inter cazzo! Altro che puntiamo alla semifinale, al terzo posto.
Noi dobbiamo sempre puntare a vincere.

Che poi, mio caro, se tu fossi un dirigente serio dovresti sapere che il bilancio lo si migliora non "facendo cassa" con entrate "one shot" come sostengono gli arruffapopolo ma incrementando le entrate in maniera stabile.
Cosa ci vuole - per esempio - a lavorare seriamente sul merchandising?
E' possibile che non ci sia ancora una minchia di linea-donna?
Ce l'hanno le merde, ce l'hanno perfino i gobbi che sono griffati nike come noi.
Perchè io devo sembrare il nano bagonghi con le S da uomo o l'omino Michelin con la XL da bambino, con le tette che straboccano da ogni dove?
Per non parlare della felpa di cui mi ero innamorata vedendola addosso a Monzani.
Vista allo store: bella bella.
Provata: un dramma.
Sembravo candy candy in piena Casa di Pony: una povera orfanella.
Ora, non pretendo il nano da giardino a catalogo come il real madrid, però cazzo!
Avete idea di quanto potreste incrementare le vendite con delle linee ad hoc?

E poi ancora.. Er Fettina se ne sta sentendo di ogni.
Ma se sto poveretto ti chiede un esterno di centrocampo - dimostrando di avere capito dove stanno i problemi - e tu non glielo prendi dove andiamo?
Palombo e Guarin restano buoni acquisti, intediamoci, però oggi si è vista tutta la pochezza delle seconde linee.

Pareva la sagra della palafitta.
Zero movimento.
Tutti in mezzo appassionatamente.

Spero che col rientro di Maicon le cose cambino..
A proposito, due righe per chivu.
Vuoi il rinnovo, cristian?
Ecco. Ti rinnovo l'invito ad andare affanculo.
Non hai messo un cross che fosse uno manco a pagarti e ok. Pòra gioia, giochi fuori ruolo..
Ma che TU, centrale di ruolo, ti trovi a tre metri da caracciolo lasciandolo libero di andare in porta no.
Non esiste.
Quindi si.
E' colpa tua.

E veniamo a ciò che mi ha ispirato il titolo.



Mai successo prima: sono uscita dallo stadio piangendo.
E non per il risultato.
Ma per quello che ho sentito dire.
La sagra del tifosotto è poco.
Intendiamoci, nemmeno a me fa piacere vedere la mia squadra così, ovvio.
Ma da questo a sputare merda dal primo minuto, dal vedere gente mai vista mandare tutti affanculo, insultare Wesley - l'unico coi piedi buoni in campo - sentire degli imbecilli talmente ignoranti urlare "cambiatevi le scarpe che continuate a cadere" dimostrando di non avere la più pallida idea di cosa sia il terreno del Meazza beh..
No.
Non lo accetto.

Individui mai visti prima gridare "andate a lavorare" come se - oggi - il problema fosse stato lo scarso impegno e non una oggettiva impotenza.
Non vivo nel ricordo del Triplete ma rispetto chi mi ha fatto vincere tutto. E comunque, ripeto, non è stato questo il problema oggi.
Ovviamente, massimo spazio alla sagra dell'assente.
Nagatomo era una merda. Oggi è stato accolto come la manna dal cielo.
Poli non era da Inter. Meglio Obi. Puntualmente ricoperto di guano dopo la partita col Palermo.
Oggi, Poli, era quello che correva più di tutti. Ma se anzichè lui avesse tolto Cambiasso, apriti cielo! Come fai a togliere l'esperienza del Cuchu?

Ieri, poi, mi sono imbattuta in una groupie che "la dirigenza deve mettere in prima squadra Longo, Bessa, Duncan e tenere Destro (con tanto di cuoricino).
Ma certo! Facciamo la Champions e puntiamo allo scudetto con degli under 20.
Assurdo il solo pensarlo.
Primo, perchè San Siro non è luogo per far crescere i giovani vista l'incredibile quantità di geni della Playstation.
Secondo: il salto dalla primavera alla serie A è enorme. Pensare di vedere gli stessi risultati è assurdo. L'idea, con una seria programmazione, dovrebbe essere il progressivo inserimento di giovani di valore in un meccanismo già rodato.
Anche Messi, oggi, mandato allo sbaraglio non otterrebbe grandi risultati.
Ma si sa, gli assenti sono sempre la panacea di tutti i mali.

E veniamo agli onanisti masochisti, la peggiore sottocategoria dei tifosotti.
Quelli che godono perchè così possono rovesciare merda sull'allenatore.
Come a dire.. Visto? Lo dicevo io.
Bene signori.
VOI, cosa fareste in questa situazione?
Ditelo, perchè ho letto solo critiche ma proposte zero.
Proposte sensate eh! Che a dire mettiamo i ragazzini o prendiamo salcazzodichi - che di norma non è in vendita o è un oscuro figuro mai sentito ma visto una volta su sporchitalia - è facile.
Io dico.. Ma che tifosi siete?
Ma non vi vergognate?

Attenzione con questi ragionamenti perchè da qui a rimpiangere gasperini il passo è breve.
E oggi, ciò è stato compiuto.
Un folle, seduto dietro di me, pontificava che era meglio gasperini adducendo a giustificazione le puerili scuse proposte dall'individuo nell'intervista alla gazzetta.
MA SIAMO SCEMI?
Ma ve la ricordate l'Inter di gasperini?
Vi ricodate Inter-roma?
muntari per Forlan?
Ve lo ricordate?
Se non rimembrate, ve lo rammento io.
Non ho picchiato il tizio solo perchè ero impegnata a fare il tifo ma se lo sarebbe meritato.

Comunque, miei cari nemici del Fettina vi consiglierei di stare tranquilli.
Non per altro ma se cacciano Claudione, oggi, l'unico vincente (?) come piace a voi sul mercato è capello..
E vi dirò.. Ve lo meritereste.

Nel mentre, cotniuate pure a masturbarvi con la PS3, io continuo a fare il tifo.
Perchè, come dice Confucio, "La nostra gloria più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarci sempre dopo una caduta".


P.S. Se la sconfitta di oggi servirà a ripulire il Meazza ne sarò ben contenta.

P.P.S. Nel caso malugurato che arrivi il mascellone gobbodimmerda, faccio ex novo un abbonamento al primo rosso solo per insultarlo..



mercoledì 8 febbraio 2012

Del livore o del delirio

Ecco qua, escono le motivazioni della sentenza di condanna (lo vorrei ricordare chè qui pare che siano andati tutti assolti) di moggi and co. al processo di Napoli e non poteva mancare il commento – passatemi lo scontato aggettivo – sconcertante di uno che, oramai è ufficiale, ha perso ogni contatto con la realtà.

Di chi parlo? Ma naturalmente dell’amico di tutti noi (non mio - cit. ma anche no), mario sconcerti.

Un omino livoroso, ignorante – nel senso che ignora ciò di cui parla – chiuso in una torre violetta senza il minimo contatto con la realtà.

Facciamo un gioco che faccio spesso in ufficio: i commenti direttamente in mail, e analizziamo il suo delirio, partendo dal titolo.

(In corsivo le sue alluc..EHM! Elucubrazioni).

Calciopoli: le colpe di Juve e Inter
Prego? Già qui non si capisce bene di cosa parli. La j**e è stata ritenuta colpevole di illecito sportivo e condannata.
L’Inter non vinceva mai un cazzo e non è stata neppure processata (al primo che tira in ballo Palazzi ricorderei le sanzioni che il nostro aveva chiesto per le squadre coinvolte. Oltre alle telefonate di pradè).

Le motivazioni del tribunale di Napoli, per quel che ho potuto leggere, sembrano uscite direttamente dal tribunale sportivo.
No caro. Le motivazioni del Tribunale di Napoli escono direttamente da quello che si chiama codice penale.
Che no, non è il manuale per l’uso dell’organo sessuale maschile che – apparentemente – tu usi non solo per mingere ma anche per elucubrare.

E ora via!
Nel magico mondo di sconcertman!
I celebri 10 punti al cui confronto il decalogo di Paris Hilton per apparire cool è roba da Pulitzer.

Le opinioni capisco che siano infinite, (che poi alcune siano emerite cazzate immagino sia secondario, no?) l’argomento si presta. La mia è la seguente:

1) Credo che la sostanze delle cose sia quella portata avanti da giustizia sportiva e giustizia ordinaria.
Ma no guarda! Pensavamo che si facesse riferimento al reato di inquinamento ambientale.

2) Non credo nell'associazione a delinquere, mi sembra una strada troppo in salita, ma non ho la competenza giuridica per dare giudizi seri in questo angolo di materia.
Esatto. Non ce l’hai. Quindi il fatto che tu creda o meno in una cosa mi fa lo stesso effetto del Moment quando ho il mal di testa: ZERO.
Non importa cosa creda tu ma cosa crede la Casoria.
Per dire.. Anche la mamma di Pacciani era convinta che suo figlio fosse un tenero orsacchiottone.

3) La punizione della Juventus è stata eccessiva. Doveva riguardare la retrocessione in B, penalizzazione in B e perdita dello scudetto del 2004-2005, uno solo.
Eccessiva? Ad occhio e croce è stata fin troppo tenera. E poi marietto.. Passi la tua evidente incompetenza in diritto penale ma anche a diritto sportivo e logica stai malmesso.
Come poteva fregiarsi del titolo di Campione d’Italia una squadra retrocessa all’ultimo posto della classifica? No, perchè è da questo che nasce la retrocessione in B (te lo dico nel caso ti fossi perso questo piccolo, insignificante, passaggio). Me lo spieghi 'stu fatto?

4) Il danno subito dalla Juve è stato molto più grande di quanto forse voluto dalla stessa giustizia sportiva. La squadra che aveva vinto per due anni consecutivi è stata venduta ai migliori offerenti cambiando in modo evidente il corso della cronaca per molti anni. In sostanza, non solo la Juve è stata punita nel passato e nel presente, ma anche per il futuro, dopo cioè che aveva scontato la pena. Infatti ancora adesso deve tornare a vincere e solo quest’anno è tornata a essere competitiva.
Beh mio caro. Alla j**e è andata fin troppo bene chè i giocatori è riuscita a VENDERLI. Qualora tu non lo sappia – e nel caso te ne rendo edotto io – tutti i calciatori avrebbero potuto chiedere la rescissione del contratto vista la retrocessione.

Se poi, negli anni seguenti, questi hanno speso miliardi perchè hanno comprato Tiago e Almiron, Martinez, Diego e compagnia bella di chi è la colpa? Di Calciopoli che ha tolto di mezzo l’uomo mercato più bravo? A proposito, c’è anche un bel passaggio su questo, nella sentenza.

O forse il problema è che – finalmente – hanno dovuto fare il mercato con le loro forze dimostrando tutta la loro pochezza nel competere (quasi) onestamente?

5) E’ stata la Juve a prendere subito e per prima le distanze da Moggi e Giraudo costringendoli alle dimissioni.
giraudo come un padre, moggi il più bravo di tutti. Giuro! Non l'ho detto io!

6) E’ stata la Juve a patteggiare nell’aula sportiva la propria sentenza.
Si chiama istituto del patteggiamento, infatti. Meglio definibile come “applicazione della pena su richiesta delle parti”.
Uno è il PM, l’altro è l’imputato.

Ovvio che lo ha chiesto la j**e. Chi lo doveva fare, mia nonna?

A proposito mariuccio, giusto per ricordarti che "La situazione era a dir poco drammatica e, siccome il comportamento dei dirigenti ricade inevitabilmente sulla societa', non c'era molto da fare. Noi avevamo addirittura due dirigenti colpevoli e quindi che cosa dovevamo fare secondo voi? [...] i dati di fatto nei nostri confronti erano drammatici. Erano da serie C, il che avrebbe significato la serranda per la j**e. Ci siamo permessi di chiedere una B senza penalizzazione perchè con i dati di fatto che avevamo sarebbe andata bene". Cesare Zaccone. Avvocato della j**e. Non dell’Inter.

7) E’ ormai chiaro che se nel 2006 avessimo avuto le intercettazioni che si hanno adesso, anche l’Inter avrebbe subito danni importanti.
E'chiaro A TE che vivi sputando veleno contro l'Inter, crogiolandoti in un livore a dire poco patetico. Si, abbiamo esonerato il tuo amico reticente. Si, abbiamo preso Mou che con te non voleva avere niente a che fare. E magari, nel mentre, ti ha rigato la macchina e trombato la donna. E si, con lui abbiamo vinto tutto.
Fattene una ragione.
A proposito. Le intercettazioni c'erano anche allora. Ed erano talmente importanti che non sono state prese in considerazione neppure per mezzo secondo dalla giustizia sportiva.

Che poi.. Danni importanti?
Perchè? Sulla base della ridicola relazione di Palazzi? Ma per favore!
All’epoca NON era vietato parlare coi designatori, ricordiamolo.
E non costituisce illecito chiedere il miglior arbitro del momento per tutelarsi.
Altrimenti andrebbe immediatamente deferito il sig. conte che "per la prima in classifica ci vogliono arbitri internazionali" (tipo de santis?)
Penso che l’Inter avrebbe fatto meglio a non prendere lo scudetto tolto alla Juve.
Anche io penso che faresti meglio a vendere frutta e verdura al mercato.
Con tutto il rispetto per i fruttaroli.

9) Sarebbe stato non obbligatorio ma elegante avesse chiesto di essere processata senza tenere conto dei termini di prescrizione.
Sarebbe stato elegante se la rube avesse rinunciato alla prescrizione nel processo che la vedeva imputata e CONDANNATA per doping.
O che qualcun altro avesse fatto lo stesso per il falso in bilancio..

10) E’ molto sbagliato fare di Calciopoli una storia fra Juve e Inter. Se anche l’Inter fosse colpevole, non sarebbe mai stata innocente la Juve.
Infatti solo tu stai facendo una storia fra la merda e noi.
E' molto sbagliato farne una storia tra noi e loro.
E' vero.
Perchè Calciopoli è una faccenda che riguarda j**e, milan, lazio e fiorentina (più reggina ed arezzo).




11) Entrambe hanno danneggiato tutte le altre squadre che in questa storia si sono comportate correttamente.

Che cosa???
No.
Wait a minute...

Rileggiamoci un attimo le cose.

Giustizia sportiva.

  • j**e: revoca del titolo di Campione d'Italia 2004-2005, non assegnazione del titolo di Campione d'Italia 2005-2006 (confermata), retrocessione all'ultimo posto nella Serie A 2005-2006 (confermata), 9 punti di penalizzazione nella Serie B 2006-2007 (invece dei 17 comminati dalla Corte Federale).
  • fiorentina: 30 punti di penalizzazione nella Serie A 2005-2006, 15 punti di penalizzazione nella Serie A 2006-2007 (invece dei 19 comminati dalla Corte Federale).
  • milan: 30 punti di penalizzazione nella Serie A 2005-2006, 8 punti di penalizzazione nella Serie A 2006-2007.
  • lazio: 30 punti di penalizzazione nella Serie A 2005-2006, 3 punti di penalizzazione nella Serie A 2006-2007 (invece degli 11 comminati dalla Corte Federale).
  • reggina: 11 punti di penalizzazione nella Serie A 2006-2007 (invece dei 15 comminati dalla Corte Federale) e 100.000 euro di ammenda.
  • arezzo: 6 punti di penalizzazione nella Serie B 2006-2007.
Giustizia ordinaria
  • Luciano Moggi 5 anni e 4 mesi; Paolo Bergamo 3 anni e otto mesi;
  • Innocenzo Mazzini 2 anni e 2 mesi;
  • Pierluigi Pairetto 1 anno e 11 mesi;
  • Massimo De Santis 1 anno e 11 mesi;
  • Salvatore Racalbuto 1 anno e 8 mesi;
  • Pasquale Foti 1 anno e 6 mesi e 30mila euro di multa;
  • Paolo Bertini 1 anno e 5 mesi;
  • Antonio Dattilo 1 anno e 5 mesi; Andrea Della Valle 1 anno e 3 mesi e 25 mila euro di multa;
  • Diego Della Valle 1 anno e 3 mesi e 25 mila euro di multa;
  • Claudio Lotito 1 anno e 3 mesi e 25 mila euro di multa;
  • Leonardo Meani 1 anno e 20mila euro di multa;
  • Claudio Puglisi 1 anno e 20 mila euro di multa;
  • Stefano Titomanlio 1 anno e 20 euro di multa.
Dov’è l’Inter tra le squadre penalizzate?
Dov’è il nome di Massimo Moratti?

In compenso.. Come mai passano in cavalleria lazio, milan e – guarda caso – fiorentina?
Come mai ti dimentichi della condanna di della valle?

Perchè se calciopoli è una faccenda in cui j**e ed Inter hanno penalizzato le altre che si erano comportate bene (AHAHAHAHAHAHAHHAHAHAH) qualcosa non mi torna..

Caro mario.. Non sarà il caso che tu ti faccia un esamino di coscienza? Ovviamente sempre ammesso che tu ce l’abbia, una coscienza. (Di questo permettimi di dubitare.. Ma sai, mi piace dare una chance a tutti..)

Ritieni sia il caso di essere l’editorialista di punta del corsera, di sky, se snoccioli statistiche alla cazzo e poi non sai nemmeno quanti anni ha Thiago Motta?

Davvero mario, lo dico per te...
Un bel periodo di vacanza, magari a Collegno?


No?


domenica 5 febbraio 2012

Del denaro o del rispetto. Fermi tutti! Questa è una rapina.


Premessa
Abbiamo perso.
Meritatamente.
Facendo cagare.
Perdere così mi sta benissimo. Cioè, non è che mi stia bene perdere, intendiamoci! Mi sta bene perdere se i demeriti sono miei.
In sintesi, se abbiamo fatto cagare - come oggi - ci sta.
Sono i 6 punti che ci hanno inculato che ancora mi stanno sul gozzo e che dimostrano la mediocrità di questo campionato.

Ora, però, gradirei che i Fab11 tornassero dalle ferie e tirassero fuori i coglioni. E finiamola con la storia che le motivazioni devono riceverle. Se sono professionisti quando si tratta di ritirare lo stipendio, lo sono anche quando si tratta di spaccarsi il culo mentre fanno il loro LAVORO.
Grazie.
La Direzione.
Fine della premessa

Detto questo, la mia personale e gigantesca carogna è data dal vergognoso comportamento di sky.

Mercoledi sostenevo che contano solo i tifosi che guardano la partita in tv.
Mi sbagliavo.
Conta solo il loro portafoglio.

I signori (?) di sky hanno inventato una nuova forma di customer care: il customer's wallet care.
In altre parole: ti lumo il portafoglio per fregartelo.


mercoledì 1 febbraio 2012

Del denaro o del rispetto




No, non siamo in Siberia.
Siamo a San Siro.
Ore 20.00