domenica 5 dicembre 2010

Lettera aperta alla vedova




Premessa: ogni riferimento a cose e persone è puramente voluto.

Cara vedova,
sono oramai quasi quarantotto ore che mi triti le palle per la sconfitta di venerdì.
Confesso, provo quasi pena per te.
Per te che, di questi tempi lo scorso anno, spalavi tonnellate di letame su Josè Mourinho colpevole dell’umiliazione a Barcellona, che avrebbe dovuto prendere esempio dai cugin(astr)i e dalla loro “mentalità europea” (io lo chiamo culo cosmico, ma tant’è) che si erano praticamente qualificati, che avevano vinto al Bernabeu, che noi “notti così non ne vivremo mai” (lo spero bene: una sconfitta in casa con lo Zurigo me la vorrei risparmiare, almeno quella) oggi la colpa è solo di colui che ha preso il posto del tuo last-minute idol.
Oddio..piccolo inciso. Pure dopo Catania-Inter e Fiorentina-Inter i “Mou è un coglione” si sprecavano eh.. A voler essere razionali fino in fondo, lo scudetto lo abbiamo vinto grazie al suicidio della Roma contro la Samp, se proprio proprio..

Capisco quanto ti sia bruciato il deretano lunedì, dopo la débacle di Barcellona: ma come, il motivatore, il maestro di tattica, colui che con la bacchetta magica – se fosse a Milano – risolverebbe in un battibaleno tutti i problemi dell’Inter prende una scoppola storica al Camp Nou? 
Tu che mi hai stracciato la minchia per mesi con la storia della grinta “che deve darla l’allenatore”, come se i calciatori fossero dei subumani sottosviluppati che neanche Spielberg in AI (su questo prima o poi scriverò un post, per la serie “forse dire che uno ha le palle non è un complimento"), dopo quella partita che hai atteso per mesi, per sbattere in faccia a tutti la tua teoria sull’origine semi-divina di Josè Mourinho, ora sposti l’attenzione “solo” sul campionato che “non bisogna guardare il Real”? Come no? Io lo guardo eccome.

Per dimostrarti che l'unico allenatore che fa miracoli è impegnato col Betlemme.


Come se non sapessi che, a risultato invertito, saresti andato sotto casa di Moratti a urlare “riprendi Josè”?
Che poi, giova sempre ricordarlo, ha voluto andarsene lui pur avendo ancora un anno di contratto. Senza salutare. E ci ha pure provato a farlo aggratis.. Com’era? Clausole oneste per persone oneste? Ahi ahi ahi, Jojo..

Dicevamo..
Tu, che lo scorso anno “si giocava meglio col Mancio” e che due anni fa ti strappavi i capelli per la sconfitta in Coppa Italia con la Samp (in effetti, “Roby” l’avrebbe vinta. Peccato si sia fermato solo a quella, di coppa), tu che Mourinho era cattivo con Balotelli, che – poverino – “non sentiva la fiducia che invece gli dava Mancini” oggi rimpiangi colui che hai eletto a tuo idolo nel mese di Maggio, quando il contrario sarebbe stato solo fare una figura da pirla.
Orbene, avrei apprezzato di più tale coerenza che cotanto salto carpiato sul carro.
Anche se godo enormemente vedere certe persone che me ne hanno dette di ogni rosicare, dovendo riconoscere che su Mou e Balotelli avevo ragione io.
Sappiatelo: il vostro travaglio, la vostra bile, è per me motivo di orgasmo.

Ovviamente, venerdì abbiamo perso per colpa di Benitez.
No, cara vedova. Le tue battute da due soldi su JM te le puoi tenere. Come ti puoi tenere tutto quello che hai detto di lui, in negativo, negli ultimi anni.
Se scendessi al tuo livello, potrei dirti che il tuo Mourinho ha perso, di botto, la testa della classifica con una imBARCAta colossale, prendendo una lezione di calcio come poche da Guardiola.. Ma appunto, l’asilo l’ho finito da un pezzo.

Premesso che le colpe non sono mai tutte di una persona.. E’ forse colpa di Benitez se ci siamo ridotti a schierare Pandev-Biabiany? A voler essere cieca, potrei dire che la colpa è di Eto’o che ci ha lasciato in una situazione estremamente difficile, con quel gesto contro il Chievo. Ma non lo farò, chè il “gioco della colpa” non mi è mai piaciuto. Potrei dire che non è pensabile che una società che punta ad alti traguardi non si rinforzi, sapendo di avere una difesa avanti con gli anni e poco coperta, un centrocampo “fragile” e un attacco sguarnito da una cessione comunque importante. Poi, a volte, Rafa ci ha messo del suo con poca duttilità. Ma Mou ha giustamente avuto il suo tempo (A tal proposito.. ci andiamo a riprendere i commenti del dopo Inter-Manchester? Così, tanto per..). 

Diamone anche al nuovo mister.. Magari insieme ai giocatori che - dopo quella partita - chiese Josè, che dici?


Potrei lanciare la campagna “è colpa di Moratti” ma sarebbe da stupidi.

Non ho lanciato la campagna anti 4-3-3, tantomeno l’abbattete Quaresma. Non l’ho mai fischiato. Al massimo qualche vaffanculo, ma solo ex post.
E per la cronaca.. Tutti ‘sti pipponi sulla tattica atti a ridicolizzare Benitez avrebbero anche stracciato il cazzo. Ma siete interisti o supporters del JM Fc? No, tanto per capire eh.. Che tutto 'sto livore lo trovo fuori dal mondo. Benitez non ha "usurpato" nulla. Ha preso il posto, scomodo, di chi ha VOLUTO andarsene.
Così tanto per ribadire il concetto.
Ma se la tattica vi piace tanto, potreste farmi un bello spiegone sul partido di lunedì? Giusto per cambiare..

E tanto per essere chiara, non fatico ad ammettere che a me la cessione di Ibra non era andata giù. Ma mai, MAI, nel corso del campionato mi sono permessa di dire mezza parola contro Eto’o. MAI.
Questo per rispondere a chi osa/ha osato/oserà equipararmi alle vedove di cui sopra.

In ultimo, dedico un pensierino alle ormonate: quelle che disonorano le donne che seguono il calcio che scoprono improvvisamente di avere una laurea in scienze motorie, che sanno anche quello che i calciatori non sanno dei loro problemi fisici, che godono se l’allenatore dell’Inter viene sbertucciato dalla stampa e dai colleghi. La stessa stampa che, quando lo faceva col Mou, veniva definita “incartacozze”, per inciso, dimostrando così che i loro giudizi dipendono non da ragionamenti ma dal sex appeal dell’allenatore.
Per la cronaca – e l’amor di Dio – Guardiola sta bene dove sta.

L’ho già detto ma lo ribadisco ancora una volta e spero sia chiaro.
Io
Sono
Interista.

Io tifo Inter, non Mourinho, non Mancini, non Benitez.
INTER.Chi lascia l’Inter ha – nel caso – la massima stima e la massima gratitudine. Ma nessun rimpianto, se la scelta è stata sua.

E siccome ora il mio allenatore è Benitez, finchè Rafa siederà sulla panchina dell’Inter sarà bello.
E pure sexy.
Quasi quanto Ricky Martin.
Tiè.