venerdì 10 agosto 2012

Diario di un'odissea di metà agosto

Premessa: ieri mattina ero al mare.
Ieri pomeriggio sul treno.
Ieri sera al Meazza.
C'ho le prove!




Vi scrivo dal treno che mi sta riportando in vacanza. Tradotto: il touchscreen è causa di typos, ergo non svergate.
Tanto per aumentare il carico di gloria, vi dico anche che per Inter-hajduk ho rinunciato ad una grigliata in terrazza con spettacolo pirotecnico di fuochi a mare.
Tanto per dire che il tifosotto me lo magno a colazione.
E un caloroso vaffanculo a tutti i flagellanti che lanciano strali da sotto l'ombrellone.
Così, tanto per iniziare bene la stagione.

Fatta la doverosa premessa veniamo ai fatti .
Meno grigia di quel che lascia intendere il risultato, parecchia sfortuna sulle conclusioni - specie di Toto Coutinho - ma un centrocampo che ha mostrato parecchi limiti. 
Tradotto: Massimo, caccia il grano!

Come ben sapete, tuttavia, il commento alla partita è solo il corollario al Baderla pensiero.
Il pomeriggio inizia subito male: 91 guasta e tutti giù. Per fortuna, ci seguiva a breve distanza un'altra ma il danno era fatto.
Arrivo a Lotto: mai viste tante camionette dei carabinieri.
Pareva il G8.

Nota positiva: ho conosciuto lauryinter. 
Ma nel mentre, si palesa il dramma: entrambe avevamo dimenticato il cuscino da stadio. La tragedia poteva essere alle porte.
Appunti per le prossime volte: no ai mezzi pubblici e cuscino!
A costo di tornare a casa.
Ok?

E qui iniziano i veri problemi.
Conscia che la chiusura del 2 anello (tanto, chi cazzo vuoi che ci sia a San Siro il 9 di agosto? Fanculo!) avrebbe portato nel mio settore il curvame tentiamo (io e il mio socio) - a tempo debito - l'acquisto di un biglietto di 1 arancio.
Impossibile: risulta già un posto a nostro nome quindi è impossibile procedere all'acquisto .
"Ma tranquill eh! Tanto la curva verrà traslata nelle curvette del rosso e dell'arancio". 
E STOCAZZO NON LO VOGLIAMO AGGIUNGERE?




Alternativa suggerita dal call center di FC Internazionale: "Supplichi lo steward".

RISTOGRANCAZZO!
Come ho fatto a non arrivarci da sola?

Paziente, mi metto in coda al mio solito cancello; a proposito: geniale la trovata di tenerne chiusi metà! Biglietti esauriti, decisione in mattinata di aprire il secondo rosso. Il dubbio che potessero formarsi code chilometriche non vi ha sfiorati vero?
Orbene, inizio a codare chilometricamente quando si senton grida e rumori, l'elicottero inizia a volteggiare sulle nostre teste.. Il curvame si lancia verso l'ingresso del parcheggio sotterraneo..
Un ingenuo papà con bimbi azzarda: starà arrivando la squadra.
Sono le 20:15, è impossibile.
Realizzo che sta per accadere qualcosa di grosso.
E infatti..
Razzi, fumogeni, bottiglie che volano: i tifosi dell'hajduk stanno venendo a salutarci.
Siccome sono una stronza asociale decido di battere il record di Bolt sui nonsoquantimetri piani.
Nemmeno il tempo di avere paura che mi trovo a confortare un ragazzino in lacrime con un rassicurante "Ma no, tranquillo! Questo è carnevale: coi russi e col napoli è molto peggio".
E qui parte il delirio.
Tantissimi genitori con bambini che esclamano "mai più allo stadio!" (non per dire, massima solidarietà, ma informarsi su chi sia l'avversario prima di portare i pargoli allo stadio?).
Ci ammassiamo tutti ai cancelli lato sud. E ad ogni cancello una info diversa.
"È aperto il secondo arancio" (Ma sei scemo?).
"Con le tessere potete entrare solo dal 6" (In pratica dovrei ricircumnavigare lo stadio?)
"Deve entrare dall'1" (Ma tua sorella! Me la sono appena data a gambe da lì, col cazzo che ci ritorno).

Alla fine riesco ad entrare, mi rifaccio mezzo stadio controcorrente e.. Sorpresa! Al 1 verde free access, col 2 aperto peraltro.
Nessuna richiesta di strisciare la tessera da parte dello steward che mostra una strenua resistenza (ahahahah) coi fanciulli che vogliono entrare con l'abbonamento del 2 verde.
Risultato: settore strapieno.
Mio posto occupato.
Com'era? Gli abbonati di 2 e 3 anello nelle curvette dell'arancio e del rosso?
Ma andate aff..

In compenso, se uno sta male viene obbligato ad uscire dal cancello 6 perchè oh! La sicurezza! Mica posso farti passare dall'1. Striscia fino al 6 e non rompere i coglioni.
Esperienza personale, ovviamente.

Ma torniamo al 1 verde invaso dalla curva. Chiedo, come suggeritomi da FC Internazionale, pietà a uno steward che mi consente l'upgrade all'arancio.
Raggiungo i miei amici al famigerato (poi capirete perchè) settore 166.

E l'ansia sale. Sale e si somma ad altra ansia.
Si sputtana il tabellone: nessuno ha pensato di aggiornare la grafica.
Risultato: annunciato in formazione Pazzini col 7, Guarin viene ribattezzato Vasquez.
Un delirio.
Capirete bene che una serata simile non piteva che avere una prosecuzione fantozziana.
Al 20' dico "ma quanto manca alla fine? Non puó fischiare subito sto maledetto?". Socio: "ma no, me la voglio gustare tutta". Non finisce la frase che rigore per l'hajduk.


Si segnala un ottimo Handanovic (alla facciazza delle vedove di the king of cortison) che in un paio di occasioni salva due gol fatti.
Avessimo avuto metà del loro culo in attacco avremmo chiuso il primo tempo in vantaggio ma tant'è.

Nota a margine: i tifosi croati saranno merde umane ma hanno surclassato la nostra curva.
Erano al terzo anello e si sentivano solo loro. Un consiglio: prima travolgete il Meazza col tifo. Poi, solo poi, occupatevi di marketing. Grazie. La Direzione.

Secondo tempo sulla falsariga del primo finchè Vukovic non azzecca una combinazione controllo-tiro al volo che spedisce la palla nel sacco. Ok tutto ma questi hanno piú culo che anima!

A quel punto realizzo che sono nel famigerato settore 166: lo stesso del mostruoso Inter-bologna.
Ok farsi male ma anche al masochismo c'è un limite. E non intendo superarlo.
Con un balzo felino saluto la compagnia e mi dò alla fuga, per lidi scaramanticamente più tranquilli.
E infatti, da lì alla fine della partita non accadrà più nulla e, con un calo di pressione che ve lo raccomando, me ne torno a casuccia.

Qualificati e questo importa. 
Peró Massimo, qualcuno che corra e pensi là in mezzo lo vogliamo prendere, si?