lunedì 8 aprile 2013

Va ora in onda, l'allegro chirurgo

Un omicidio chirurgico.
Chi ancora si fa i segoni dietro alla formazione, al modulo, all'allenatore rincoglionito che non ha fatto la gavetta e non ha pensato in primis CHE SCHIFO! ieri sera è pregato di chiudere la pagina.
E di andare affanculo.
Grazie.
La Direzione

Signori miei, siamo al ridicolo.
Una partita strachiusa, con un solo tiro in porta dell'Atalanta fino al momento del rigore inventato.
INVENTATO.
Una partita giocata senza l'attacco titolare e non solo.
Riaperta chirurgicamente da un killer di fuxia vestito.

Lo schifo fatto calcio.

Partiamo dal primo episodio: 5 minuto.
Ammonito Kovacic.
Guarda caso, il centrocampista davanti alla difesa.
E resterà l'unica ammonizione per secoli.
Come rendere innocua una squadra. Ammazzandole un giocatore chiave che, infatti, non metterà più la gamba per tutto il resto del match.

La partita si chiude comunque?
E lui la riapre inventandosi un rigore assurdo.
Chiaro che, alla goccia che fa traboccare il vaso, uno vada in palla.
Capita alle squadre esperte, a maggior ragione con quelle meno esperte.
E vi informo, cari soloni, che anche l'allenatore più gavettato del mondo, se ha in campo giocatori inesperti, paga lo scotto.
Perchè appunto giocano gli inesperti, non lui che è espertissimo.

A fine partita ero attaccata alla balaustra, ad urlarne di ogni a quella m***a di gervasoni (e chiedo scusa alla m***a per l'improvvido paragone).
Ne ho anche per il signorino livaja: stai zitta lo dici a tua sorella. Comunque stai benissimo li dove sei, a bergamo. La dimensione giusta per un individuo mediocre come te.
Ovviamente auguro ad atalanta, siena e a tutte queste società satellite che hanno l'abitudine di mettersi a 90 quando vedono bianconero, certi che verranno risarciti contro di noi, la retrocessione.
O anche il fallimento, perchè no.

Torno a rinnovare il mio appello affinchè i tifosi ospiti siano relegati in piccionaia chè di atalantinidemmerda che avevano pure il coraggio di esultare e svergare per le sacrosante imprecazioni contro di loro non ne voglio più vedere.

In tutto questo, come si fa a parlare di calcio?
Signori, siamo a quasi 10 punti (e mi tengo bassa) in meno per errori arbitrali.
Al netto di cappelle della squadra, dell'allenatore, di rose inadeguate e di staminchia di stocazzo.
Con altri trainati vergognosamente in una rimonta elettorale incredibile.

E mentre esci dallo stadio ti chiedi se tutto questo abbia senso.
Poi arrivi a casa e leggi dei genii che Branca è uno incapace perchè ha preso Schelotto che si è fatto dare un pugno in faccia.
Doveva prendere uno con una superficie facciale meno ampia, in maniera tale da consentire al pugno di mancare il bersaglio.
Ovvio.

E poi su twitter ti compaiono dei messaggi inquietanti.
Di un professionista della (dis)informazione che nemmeno si rende conto della portata dei suoi commenti.


Prego?
Inadeguato?
A cosa, di grazia?
A questo, signori miei.




Quello che ospitava il radiato moggi e i suoi sodali, si lui, ci fa sapere che se non hai appoggi nel palazzo non puoi pretendere un trattamento equo.
Nossignore.
E guai a lamentarsi!
Chi si lamenta dei torti subiti, la paga.
(A parte che non è assolutamente vero. Strama ha parlato di arbitraggi solo contro l'Udinese, prima di ieri).
Comunque ci viene fatto sapere che, nel caso, puoi farlo solo se hai la "protezione" di qualcuno potente.

Praticamente il sig. ravezzani ci sta dicendo che nel calcio c'è la mafia.





















Bella Fa'. Noi mica ce ne eravamo accorti.

Certo, trovo un po' bizzarro il fatto che un giornalista usi questa "informazione" per criticare assurdamente un allenatore che potrà aver commesso degli errori tra i quali, tuttavia, son si può inserire l'aver infastidito la mafia che - stante quanto da lui affermato - regna a livello arbitral/federale.

Personalmente, se venissi messa a parte di siffatta "bomba", più che una critica all'allenatore che si lamenta ci farei una bella inchiesta, tipo quella di Report sul Calcioscommesse, per dire..