giovedì 25 novembre 2010

San Siro desolation: alla faccia della partita decisiva!

Questo è un post veloce, scritto in pausa pranzo, frutto dell'istinto.
Non garantisco nemmeno sui typos perchè non ho il tempo di rileggere.
E no! Il correttore automatico non lo uso. E' una merda!

Dicevo...
Stadio semivuoto.
In una partita che vale una stagione (sicuramente una panca) San Siro offre uno spettacolo assai desolante.
Grossi "buchi" sugli spalti.

E' vero, faceva un freddo (quasi) porco. Ma se ce l'ho fatta io, la regina del +30°, poteva farcela chiunque. Bastavano un paio di stivali col pelo, una giacca a vento e guanti in tinta. Magari abbinati ad una sciarpa nerazzurra e ad un berretto che facesse pendant.

"Milano è lontana". Certo. Ma lo è anche al derby, anche con la squadra bianconera di Torino. Li, però, lo stadio è pieno.
Volete dirmi che si è giocato ad Ancona e non me ne sono accorta? "Sig.Scott: teletrasporto!"
E io dovrei avere gli stessi diritti di questa gente qua?

Tralascio per pietà quelli che, ieri sera e stamane, hanno avuto il coraggio di criticare Benitez: se pandev ha delle banane al posto dei piedi sarà mica colpa sua?
...Non temete comunque.. Domani - se il tempo vuole - ne avrò anche per voi. specie per quella cretina mai vista prima seduta davanti a me e che spero - per la reputazione delle donne che seguono il calcio - non metta più piede a San Siro.

Dicevamo.. Stadio mezzo vuoto. Magari coi signorini di cui sopra pronti a criticare perchè "c'è poco calore". Oh belli! Non è facile in quel deserto farsi sentire. Perchè non venite voi a spiegarci come si fa?
Io non sono una curvaiola. E nemmeno una fighetta del primo rosso.
Sono una tifosa "normale", estremamente appassionata, ma "normale".

Ho un abbonamento normale, sto al primo anello perchè beneficio del ridotto in quanto donna e mi costa meno del secondo.
Non è neppure la politica dei prezzi. In coppa Italia li tirano dietro (un primo arancio a 10 euro) ma c'è comunque il deserto.
"Milano è lontana". "Fa freddo"..
Amore santo.. Non è che possiamo trasferirci in blocco nel salotto di casa tua.
L'Inter è una squadra di Milano. A Milano, d'inverno, fa freddo. C'è la nebbia. A volte piove. A volte nevica.
Ghiaccia. E' Milano. Nord Italia. Val Padana.

Ma la passione vera se ne frega del meteo, delle comodità.

Vuoi comunque essere comodo?
Vuoi criticare senza dare il buon esempio?
Vuoi insegnarmi, dal divano di casa, come si sta allo stadio?
Fai pure!

Io, però, sono libera di mandarti affanc**o.