lunedì 23 gennaio 2012

-5 alla salvezza

In una serata fredda e umida assai, si chiude il girone di andata del Campionato.

35 punti.
-6 dalla caPUAHlista
Solo 5 punti ci separano da 40, la quota-salvezza per antonomasia.

Un bilancio su questo girone lo faremo nei prossimi giorni. Per oggi, limitiamoci a commentare quanto visto ieri sera.

Non è stata una buona partita, lo hanno detto tutti, CR73 in primis.

Nel primo tempo si è sentita enormemente la mancanza di Thiagone che, al netto delle sue minchiate, leggerezze e quant’altro è indispensabile per gestire il gioco e fare da punto di riferimento. Capito Massimo?

La perla della settimana: “si potrebbe tranquillamente rimpiazzare Motta con Sneijder”.
Certo, e magari Angelina Jolie con Gegia.

A parte la differenza in peso e centimetri, ma come cazzo si fa a partorire certe bestialità? Ah già, perchè anche Wes “ha i piedi buoni”. Questa fa il paio con Materazzi centravanti all’ingleSe “perchè è alto”.













Ma torniamo alla partita di ieri sera.
Un freddo porco, meno di giovedì ma sempre porco.
Sarà il caso di far stilare il calendario della serie A ad esseri pensanti e non a bradipi della Patagonia?
Ma soprattutto. Per evitare calendari assurdi come questo (si gioca mercoledì, si rigiocherà mercoledì prossimo la seconda di ritorno. Di sera. A Milano) non si potrebbe tornare alla Serie A a 18 squadre?
Magari – magari eh! – si alzerebbe uno zinzino il livello della competizione.

E vogliamo parlare del terreno?
Come ha dichiarato il Cuchu "È stata una gara difficile e nella prestazione quanto nel gioco il campo è importante: mancava la fluidità, si vedeva che facevamo fatica a manovrare, ma noi c'eravamo e questo tranquillizza. Si sono giocate quattro partite in una settimana sul campo del Meazza, sono stati bravi a tingerlo bene di verde, ma sotto non era così spettacolare.”

Ovviamente passata in cavalleria.
Solo settimana scorsa – chissà perchè – se ne è parlato.
Non certo perchè la cosa andava a discapito nostro ma dei meravigliosi, ça va sans dire.
Voi non avete idea. Prima ancora che iniziasse la partita, chiazze rattoppate ovunque, specie nell’area di rigore.
E vogliamo parlare dei rimbalzi assurdi della palla?

Qui, una perla.
Alvarez scivola e un deficiente “cambiati le scarpe che continui a cadere!”.
Cambiati tu gli occhiali e, nel mentre, contribuisci a rizollare il prato. Pirla!
A proposito, Milito ha segnato su assist di Alvarez.
Che non avrà giocato un partitone (e sfido chiunque, con quel campo) ma – vuoi o non vuoi – i suoi assist sta iniziando a piazzarli con discreta regolarità.
E questo è bene.

Altra perla. “Pazzini di testa non ne prende più una” col poveretto che salta al massimo della sua elevazione per tentare di raggiungere un pallone a quasi 4mt. di altezza.
Non essendo dotato di propulsori nei tacchetti non ci arriva. E giù una sequela di insulti.

Ecco, a questo proposito davvero non capisco. Questo poveretto si fa un culo come una capanna, non gli fischiano un fallo manco a parlarne; per dire.. ieri sera 5 sanzioni su non so quante trattenute. Sanzioni che hanno scatenato gli ironici applausi del pubblico, fate vobis. E nonostante questo, bisogna pure spalargli merda addosso?

E no. Il problema non è lui se non gli fischiano i falli. Perchè ci sono, sono netti! Certe trattenute, certi tentativi di sodomia la cui non sanzione ha solo due spiegazioni:
a) Il fascino del Pazzo colpisce a tutto tondo e tali abbracci sono tentativi – mal riusciti – di seduzione lasciati correre da un comprensivo arbitro, in nome dell’ammmmmòre.
b) Non sapete il regolamento ed abboccate alla regola che “se agli altri li fischiano un motivo ci sarà”.

E infatti, almeno tre trattenute non fischiate al capitano. Del quale tutto si può dire, fuorchè sia un cascatore. Un ripassino al regolamento.. Così, tanto per gradire, pare brutto?

Poi il Pazzo segna.
Un gol difficile, per nulla scontato.
E partono gli insulti da me e dal cugino dell’anticristo ai detrattori del nostro numero 7.
Ah, gol in NETTO fuorigioco.
Talmente netto che a malapena è un tallone (vorrei risistemarla io la linea di Sky), in un incrocio attaccante-difensore.



Ovviamente, su questo ci sorbiremo un pippone inenarrabile.
Il non-fuorigioco che ci sarebbe potuto costare i tre punti del derby, invece, è già passato in cavalleria.
Anche, e soprattutto, per i molti tifosotti che “abbiamo fatto schifo, vinto con un gol un fuorigioco e c’era un rigore per la lazio”.

Allora, stronzi!
Primo! Chiariamo che QUEL fuorigioco, a occhio nudo (un tallone, cazzo!!), era impossibile da vedere.
Ma se proprio, perchè non vi concentrate sul fuorigioco inesistente fischiato al Pazzo nel primo tempo?
Quello non conta?


Secondo! Sapevate che un fallo da rigore, se commesso a gioco fermo, NON è rigore?

OOOOOH! Immenso stupore!
Lucio tocca sì la palla di mano, ma perchè subisce fallo da Klose (a proposito, splendida commistione tra calcio e politica quando il predicatore gli urla “vaffanculo tedesco di merda, tu e quella p******a della merkel”). L’arbitro fischia il fallo al tedesco ergo, il tocco successivo NON è fallo perchè viene commesso – di fatto – a gioco fermo.
Riassumiamo con una delle care, vecchie proporzioni tanto care alla mia insegnante di matematica delle medie.
Gioco fermo : Non è fallo = Come gioco fermo : se segni non è gol annullato.
E’ chiaro il concetto?

Ovviamente, scommetto qualsiasi cosa che, visto che siamo tornati, tornerà la mitica “classifica alla moviola” che funziona – sappiatelo! – col televoto.

Oh, poi.. Com'è che ci stanno tritando le palle per un fuorigioco millimetrico e nessuno si ricorda più di questo?


Anzi! E' nata la leggenda metropolitana - alimentata anche da tanti, troppi tifosotti - che quella partita l'abbiamo rubata.
1-0 in fuorigioco. 2-0 inesistente perchè l'arbitro aveva fischiato prima.
Fuorigioco inesistente fischiato a Milito solo davanti a Valdes sullo 0-0, a San Siro.
Rigore su Alves? Forse.
Diciamo che bilancia assai le ladrate balugrana, culminate nella vergognosa - e per nulla estemporanea - sceneggiata di busquets (e del mancato rosso a messi per aver demolito la dentiera di Maicon).

Ma torniamo al “facciamo schifo”. Ma dico.. voi le vedete giocare le altre squadre o vi accontentate/vi fate indottrinare dagli opinionisti tv? Così, per capire.
Perchè io, il bel gioco, il calcio spettacolo, il modulo champagne devo ancora vederlo. In Italia.
A proposito. A mio avviso, vista la sterilità della manovra nel primo tempo e le difficoltà ad impostare, CR73 ha azzeccato in pieno i cambi: Sneijder, Obi e Faraoni per Alvarez, Chivu e Milito.

E in questo contesto si collocano le critiche assurde per la sostituzione Milito/Faraoni.
Certo, tenere in campo il Principe ci avrebbe consentito di rimanere un po’ più alti ma in quel momento soffrivamo. Bisognava quindi puntellare il centrocampo in fase di interdizione.
Chi dà del perdente a Ranieri per questo cambio davvero farebbe meglio a spegnere la Playstation o guardarsi i suicidi della Liga.
Cazzo doveva fare? In vantaggio, in difficoltà, continuare ad attaccare? Ma per favore!
Fate mente locale e ricordate gli insegnamenti di Josè.
L’utile prima di tutto.

E qui, mentre salivo in macchina, un’altra notevole perla “oggi Faraoni non mi è proprio piaciuto”. Ma testa di cazzo! Ha giocato 20 minuti, ha coperto.. Cazzo vuoi?
E sempre parlando di “bel gioco”, no. Correre tanto NON è giocare bene. Per un cazzo.

A proposito di correre.
Odio, odio, ODIO quelli che “corri!”, ritenendo che i giocatori debbano sfondare il muro del suono in recuperi impossibili.
Ma corri cosa? A parte che tu e il verbo correre, vista la tua mole, siete due universi paralleli.. Ma che cazzo significa “corri”? Che siamo, alla Playstation? A Holly e Benji? Pensi che abbiano un razzo nel culo?
Corri.. Ma corri tu pirla. Affanculo corri.

Si soffre. Alla fine vinciamo.
Meritatamente? Forse no.
Ma chi se ne frega.
Spesso, non vince chi merita ma chi sa sfruttare al meglio le (poche) occasioni che riesce a creare.
Di certo, nonostante i piagnistei di reja – il gemello separato-alla-nascita di mazzarri - non abbiamo rubato nulla.
Non ci siamo espressi al meglio, specie nel primo tempo.

Ma in fondo, se nonostante tutto siamo li a 35 punti – e nei prossimi giorni torneremo sul fatto che senza porcate arbitrali saremmo IN TESTA nonostante lo schifo dell’era-gasp – significa che questo campionato è davvero livellato verso il basso, nonostante quello che le PI tentano di farci credere (leggi: le squadre fanno cagare solo quando giocano contro di noi. Prima e dopo sono squadroni. Si, della minchia!).

-5 alla salvezza.

E poi, sarà quel che sarà.